Hotline per risarcimento danni ai passeggeri del Norman Atlantic: cosa fare!

norman atlantic in fiammePer i passeggeri della nave traghetto “Norman Atlantic”, della compagnia italiana di Bari “Visemar di Navigazione” e gestita dall’operatore marchigiano Agenzia Archibugi, colpita da un grave incendio a largo delle coste della Grecia, partito da Igoumenitsa e diretto ad Ancona, dopo la drammatica disavventura dell’abbandono nave in condizioni meteo particolarmente difficili, inizierà ora il calvario del risarcimento danni, della scelta sulla azione legale da attivare (civile o penale) e sulla scelta dell’avvocato a cui affidarsi.

Noi Vi suggeriamo sin da subito cosa fare, con un breve guida su come ottenere il massimo risarcimento, ed un piccolo vademecum da seguire, forti della esperienza in prima linea nei disastri marittimi a seguito del naufragio della Costa Concordia nel quale – a capo del pool di avvocati “Giustizia per la Concordia, abbiamo rappresentato circa cento passeggeri nel processo penale contro il Comandante Schettino e siamo protagonisti delle azioni civili per molti altri passeggeri che in precedenza si erano affidati alle associazioni di categoria o dei consumatori, rimanendo tagliati fuori dal processo penale e dalle altre iniziative processuali in Italia che abbiamo promosso efficacemente da subito.

img_6576Siamo un gruppo di studi legali esperti delle conseguenze che possono esser risarcite in casi del tutto analoghi all’incendio avvenuto a bordo della Norman Atlantic, a titolo di danni alla persona, danni morali, danni da vacanza rovinata, risarcimento per beni ed oggetti andati persi, spese di trasporto etc. etc.; la voce più importante è certamente quella del cosiddetto “disturbo da Stress Post Traumatico” o PTSD, ovverosia le conseguenze psicologiche derivanti su un individuo a seguito della sua partecipazione ad un evento catastrofico, quale certamente è quella di un grave incendio a bordo di una nave e l’abbandono in alto mare e in pieno inverno. Le operazioni di soccorso sono infatti state particolarmente complesse e rese difficili dalle condizioni meteorologiche: oltre 50 nodi di vento e mare forza 7-8. Alcuni passeggeri hanno diffuso delle drammatiche testimonianze dei fatti a bordo: “Stiamo bruciando e affondando e nessuno è in grado di salvarci. Aiutateci non ci lasciate soli”, “le nostre scarpe stavano fondendo nella reception mentre l’incendio continuava nel garage“. Circa 150 persone sono salite sulle scialuppe di salvataggio della Norman Atlantic, dove un incendio è scoppiato nel garage, ma a causa delle pessime condizioni del mare trasferirli sulle navi di soccorso greche è stato molto difficoltoso. Alcune scialuppe sono inoltre andate distrutte dalle fiamme o comunque inservibili, mentre elicotteri della marina sono sopraggiunti sul traghetto per portare in salvo le altre centinaia di altri passeggeri bloccate a bordo.

Tutti i passeggeri, 521 in tutto, ed i marittimi a bordo della nave NormanAtlantic andata a fuoco e alla deriva, avranno diritto ad un risarcimento dei danni, legato giuridicamente alla responsabilità contrattuale dell’armatore Visemar, dell’operatore Anek Lines e del vettore Agenzia Archibugi, ma sembrerebbero già emergere a seguito delle indagini da parte delle autorità della capitaneria di porto e della magistratura, anche malfunzionamenti o presumibili violazioni delle normative di sicurezza o impreparazione alla emergenza da parte dell’equipaggio, che innalzerebbero la responsabilità della compagnia di navigazione, ed il livello dei risarcimenti attraverso la pretesa di un “danno punitivo” sul modello americano, che oltre alla componente tipica del risarcimento del danno “compensativo”, assume una funzione di prevenzione su violazioni future per tutti soggetti analoghi (armatori o vettori). Nel caso della Costa Concordia sono stati richiesti i danni punitivi, elevando le richieste di risarcimenti nel processo penale ad oltre i 500mila euro per passeggero.

La esperienza traumatica vissuta e raccontata dai passeggeri del Norman Atlantic è grandemente più estesa di quella del naufragio Concordia, sia per i tempi di permanenza sulla nave che per la terrorizzante presenza di fiamme e fumo che stavano divorando la nave sotto i piedi dei passeggeri rimasti intrappolati a bordo.

PERCHE NON È PREFERIBILE AFFIDARSI A NORMALI STUDI LEGALI DI FAMIGLIA, ALLE ASSOCIAZIONI CONSUMATORI, DISSOCIARSI DALLE CLASS ACTION E AGIRE INDIVIDUALMENTE PER IL RISARCIMENTO DEI DANNI SUBITI

Alcune associazioni si sono immediatamente messe in evidenza proponendosi come miglior veicolo del risarcimento in favore di tutti i passeggeri, tramite la cd. Class Action, cioè una unica azione giudiziaria in favore di una moltitudine di soggetti portatori di interessi comuni, sostenendo di aver addirittura già individuato in €20.000,00 il risarcimento minimo a cui si ha diritto!

nroman-atlantic-risarcimentiNoi vi spieghiamo perché affidarvi ad uno studio legale non esperto in diritto della navigazione o nei risarcimenti marittimi, ad una associazione di consumatori od alla Class Action non è il miglior percorso per voi, cosa fare subito per tutelare i vs. diritti e perché siamo in grado di farvi ottenere il miglior risarcimento danni possibile.

Le azioni cumulative o cd. Class Action sono vantaggiose se moltissimi soggetti per le stesse ragioni devono ottenere un modesto indennizzo, nell’ordine di poche decine di euro, perché si può condividere le risorse di spesa in favore di una sentenza unica e generica che disponga il risarcimento mediamente spettante a tutti, facendosi rappresentare da un unico avvocato, spesso con modesti rapporti con il cliente.

Nel risarcimento danni derivante dal naufragio o da una abbandono nave non è affatto così, e sottomettersi all’accordo medio od al risarcimento genericamente riconosciuto a tutti gli altri passeggeri non conviene! Se gli altri otterranno € 20.000,00 in base ad uno scriteriato accordo concluso delle associazioni consumatori (cfr. Caso Concordia!),  certamente il singolo che agisca in via autonoma non sarà affatto vincolato a tale limitato importo, che, anzi, per questi costituirà una base minima risarcitoria di partenza!

Siamo esperti in mediazione, la procedura agevolata di risoluzione stragiudiziale delle controversie che sarà certamente la prima e miglior strada per ottenere velocemente una proposta dell’armatore, e abbiamo uffici legali con Avvocati a vs. disposizione per un primo consulto online, in tutta Italia.

In più questo settore del diritto è complesso e ci sono altre normative che si applicano: la Convenzione di Atene si applica ai trasporti internazionali via mare. Quindi, anche se per esempio, tutti i contratti in genere  comprendono una clausola contrattuale di giurisdizione, che vincola ogni azione alle Corti Inglesi /Greche sottoponendola alla legge straniera, la convenzione Atene dispone che lil risarcimento per reclami su lesioni personali e morte di solito può essere portato nel paese più favorevole per voi, che in questo caso è certamente l’Italia. Inoltre per i profili penali della vicenda occorre considerare come principale percorso la possibile costituzione di parte civile contro i responsabili del disastro.  Un passeggero, concettualmente, potrebbe sporgere denuncia in un foro giudiziario per lui più conveniente, come nel Regno Unito o negli Stati Uniti, ma per questo non ricevere alcun risarcimento in alcuni casi, mentre se il passeggero avesse presentato una denuncia in una posizione forse meno conveniente come in Italia, ci potrebbero essere maggiori riconoscimenti economici.

FATE ATTENZIONE, inoltre, perché nella vicenda Norman Atlantic risarcimento danni, alcuni grandi studi legali internazionali stanno già facendo molta pubblicità ingannevole sulla vicenda, sostenendo di aver preso parte attiva al processo Costa Concordia (non è affatto così) passando poi semplicemente i clienti ad avvocati e studi legali italiani, cercando di raccogliere abbastanza persone per far partire la class action, che come avvenne per il naufragio Concordia a Miami che poi è stata rigettata come giurisdizione tagliando fuori molti passeggeri dalle cause italiane che sono invece arrivate ai risarcimenti; così, legandovi a questi famelici studi internazionali, in una class action molto probabilmente avviata in una giurisdizione errata e certamente meno favorevole per voi, darete i vostri soldi allo studio legale internazionale ed ai legali italiani. Affidarsi ad associazioni consumatori, uffici legali esteri od Avvocati non esperti del diritto e del territorio, produrrà inevitabilmente un duplicarsi delle spese legali e dei tempi del risarcimento a Vs. discapito.

COSA FARE, alcuni primi consigli:

  1.  Stilare un elenco dei beni imbarcati (gioielli, attrezzature elettroniche, danaro, vestiti etc.) andati persi nel naufragio.
  2. Recuperare i documenti di viaggio (voucher email, agenzia di viaggio etc.) e documentare ogni spesa sostenuta per il viaggio e per il rimpatrio.
  3. Per coloro che hanno subito lesioni conservare copia dei certificati medici e delle spese, recarsi comunque dal proprio medico per avere referto su ansie e turbamento psicologico (stress post-traumatico)
  4. Rivolgersi alla ns. agenzia legale per inviare subito e gratuitamente una prima lettera con richiesta per iscritto del risarcimento danni alla compagnia armatrice (cd. lettera di intervento legale), che interrompe ogni prescrizione (non ci sono 10 giorni come abbiamo sentito dire da alcuni, ma è preferibile inviare prima possibile la intimazione al risarcimento danni, onde far decorrere gli interessi legali).
  5. Non sottoscrivere alcuna quietanza di rimborso anche parziale
  6. Nel caso di lesioni si può proporre querela entro tre mesi dal fatto (consigliabile) SCADE 28 marzo 2015
 Tutta la procedura avverrà ONLINE, senza necessità di recarsi fisicamente presso il ns. Ufficio tramite email e videocollegamemti web, oppure fissando un appuntamento presso i nostri uffici di Roma o Fiumicino.

Abbiamo attivato un BLOG CON TUTTI GLI AGGIORNAMENTI ed una Chatline per consulenza sul risarcimento naufragio – incendio del Norman Atlantic

Contattateci ora, nessun impegno di spesa, prima consulenza gratuita, risposte immediate!

  • Help line 24/h                         +39 340 2602504 
  • email                                         info@agenzialegale.net
  • www.giustiziaperlaconcordia.wordpress.com – www.giustiziapernormanatlantic.wordpress.com
  • Fiumicino (operative office)     +39 06 89019172
  • Roma                                            (Avv. Massimiliano Gabrielli)
  • Milano                                          (Avv. Cesare Bulgheroni)
  • Biella                                            (Avv. Alessandra Guarini)
  • Bari                                              (Avv. Domenico Chirulli)
  • Athens                                        (Avv.Kriton Metaxopoulus)
  • Pireo                                           (Law firm)
  • Tirana                                        (Law firm)

Lascia un commento per maggiori informazioni, e per essere ricontattati gratuitamente.

 

norman atlantic in fiamme

For the passengers and workers of the Norman Atlantic ship, property of “Visemar di Navigazione” fleet and operated by the Agenzia Archibugi , destroyed by fire out of Greece costs, now begins the ordeal of seeking for damages compensation, and the hard choice between the possible legal action to activate (civil or criminal) and on the choice of a lawyer’s office to trust.

We suggest you right now what to do, with a short handbook on how to get the maximum compensation as a result of our deep experience on disaster of the Costa Concordia as leaders of the legal pool “Giustizia per la Concordia, for personal injury, material damages, compensation for ruined vacation, compensation for lost property and items, expenses for transportation, etc.. etc..; we have represented about a hundred passengers in the criminal trial against Captain Schettino and we are leaders of civil actions for many other passengers who previously had entrusted other law firms, or consumer’s associations, as they ended being cutted off from the criminal trial and other procedural initiatives in Italy we promoted effectively and immediately .

We will tell you why You should NOT go with the Consumers Association, or single family law firms, lacking of experience in shipwreck and maritime compensations matters, and why you should dissociate from any CLASS ACTION and proceed for INDIVIDUAL ACTION FOR ALL THE DAMAGES SUFFERED. The various law firms and consumer’s associations immediately highlighted for the aim of the media scenes, suggesting to let them lead the case for the best form of compensation to all passengers through the cd. Class Action, which is a unique legal action in favor of a multitude of subjects with common interests, even claiming to have already identified at least € 10,000.00 the compensation which you are entitled! We believe and are confident the parameters will be more high, as for a ship abandoned at sea and in the middle of winter, and rescue operations were in fact very complex and made difficult by weather conditions : over 50 knots of wind and sea force 7-8 . Some passengers have spread the dramatic testimony of the events on board : “We are burning and sinking and no one is able to save us . Help us not leave us alone”, “our shoes were melting in the reception while the fire was still high in the garage.” About 150 people took place inthe lifeboats of Norman Atlantic , where a fire broke out in the garage , but because of the high condition of the sea, transfer in Greek ships for rescue is being very difficult; some lifeboats were also  destroyed by the flames , while some helicopters from Hellenic Navy have approached the ferry to rescue the passengers, 521 in all.

nroman-atlantic-risarcimentiAll passengers will be entitled to compensation legally tied to contractual liability of the shipowner, but it may also emerge failures or violations of safety rules or lack of preparation to the emergency by the crew, which would raise the responsibility of the maritime company, and raise the level of compensation through the pretense of “punitive damages” based on the U.S. law model , which in addition to the typical component of compensation ” compensatory “, assumes a function of preventing future violations similar for all subjects (owners or carriers) .

We explain you why the class action is NOT the best choice for you, what to do now to protect your rights and why we can get you to the best compensation possible.

The cumulative actions or cd. Class Action is advantageous if many subjects for the same reasons must obtain a modest compensation, in the order of a few tens of euros, because you can share the resources of spending in favor of a sentence that has unique and generic average compensation payable to all, being represented by a single lawyer, often with modest judicial experience. The damages resulting from the fire onboard of Norman Atlantic is not the case, do not agree to submit any agreement and receive  an average compensation or generally recognized for all the other passengers! If others get € 10,000.00 on the basis of an agreement of the consumer associations, for certainly the individual acting in an autonomous way will not be bound by this limited amount, which, indeed, for those will be a minimum starting base of compensation!

img_6576We are experts in mediation, the process of a facilitated and alternative dispute resolution, that will certainly be the first and best way to quickly obtain a proposal from the fleet owner company, and we have law offices with lawyers available online for a first and totally free consultation, all over Italy, with offices based in Rome, Milano and Fiumicino.

PLUS, it must be considered that this area of law is complex and not alla the law firms are able to handle the case, as there are other rules that apply: the Athens Convention applies to international carriage by sea. So, even if for example, all the transportation contracts made from EU citizens, report a contractual clause articol about jurisdiction, the Athens Convenction provides that compensation claims for personal injury and death can usually be brought in the country most favourable to you, wich in this case is certanly Italy. The  cruise ticket held online specifies that Italian law should apply. For personal injuries, Italian law may actually provide for a more accurate remedy that the Greece General Maritime Law and statutory law, governed by a federal statute called the Death On The High Seas Act (“DOHSA”). A passenger could conceivably file suit in a more convenient forum, like in UK or in the U.S. and yet receive no recovery in some cases, whereas if the passenger filed suit in a less convenient location in Italy there may be greater recovery in some cases.

Relying on consumer associations, trusting foreign law firms or lawyers who are not experts in the area, will inevitably lead to a duplication of legal expenses and compensation of time at your expenses. Please consider also that some big firm around the globe is just passing clients to the Italian consumers’ association, connected with lawyers and italian law firms, trying to collect some enough people to file the class action and ask you for the maximum share fees for the class action on the American percentage legal system: 40% of the money you’ll get in the lawsuit! so, on a class action with them You’ll be giving Your money to the international law office, the consumer’s associations AND the italian law firms.

We are a law office pool in Italy (based in Milano, Rome & Fiumicino) formed with a team of fully english-speaking lawyers, expert in compensation damage cases on shipwrecks and maritime law, practicing in tourism law and travel law, as well as mediation. We handle daily cases for either civil and/or criminal courthouse for compensations and maritime matters. Directing a case in Italy requires an italian lawyer as a part of the trial, so even if you already have a trusted lawyer in your country we can coordinate with them and operate on their direction and guide the case through our experience on the Italian national law and court house legal practice.

The company has not yet officially announced the full compensation package for those onboard the ship during the fire.

WHAT TO DO, some early suggestions:

  1. Make a list of your goods (jewelry, electronic equipment, money, clothes, etc..) lost in the shipwreck.
  2. Retrieve travel documents (voucher email, travel agency etc..) and document any expenses incurred for travel and for repatriation.
  3. For those who have suffered injuries keep copies of medical certificates and expenses, however, as you get home go to your doctor for medical report of anxiety and psychological stress as PTSD or “post traumatic stress disorder”.
  4. Please contact our Law Agency office to send instantly and totally free of charge first letter for the damages request, to the Costa Cruises Company (so-called letter of legal action), which breaks any prescription (there are not 10 days as you might have heard on Tv news, but it is preferable to send as soon as possible notice of your damages in order to effect the legal interests).
  5. In case of injury this shall be subject to criminal legal action and file a complaint within three months after the fact (recommended).
  6. Do not sign any reimbursement form or paper from the Visemar or Anek Lines company
  7.  The whole procedure with our office will take place online, without the need to physically visit our Offices, via email and web video connections, or if you prefer by making an appointment at our offices in Milano, Rome or Fiumicino or most of Italian cities.

We have activated a BLOG WITH ALL THE WRECK INFO & NEWS and a Chatline for advice on compensation for Concordia wreck

NOTE: personal presence will not be necessary, unless in rare and special cases; we do not think we will get to a trial anyway, with any probability the settlement will came out from a mediation process, strengthen  up by the crime case and results of the investigations. In this, our office is been authorized to operate  fully online, with special video connections, very easy and convenient to use.

All the requests, documents and whatever needed will be posted on the website, sent on email messages, or regular mail postal service for the originals.

We believe that all the passengers will have a right for a PTSD compensation, so it would be a good idea to have a medic counselor report as you return home and keep all the recipts at Your name.

In order to proceed in your favor, we think it is urgent to send the claim for damages registered letter, if you already did not do so; this will be out of any charge, as all the rest of our initiatives for You, since we operate on a share agreement base, if you don’t get your money we do not recover our expences and fees, it is as simple as this. We should have copy of the boarding tickets, after that You will recieve from us all the questionnaire forms, a report for, and the share agreement documents.

Please consider that our office is giving an important effort to collect all the details from the passenger’s and the authorities, in order to submit a criminal lawsuit for all our clients, since we believe that this will be the best and more effective key to open the way to the truth on what happened and to the company’s funds for a remarkable compensation.

We are confident that You will trust especially our loyalty to Your best interests.

Contact us now, no charge commitment, free consultation, immediate answers!

  • www.giustiziaperlaconcordia.wordpress.com – www.giustiziapernormanatlantic.wordpress.com
  • Help line 24/h                         +39 340 2602504 
  • email                                         info@agenzialegale.net
  • Fiumicino (operative office)     +39 06 89019172
  • Roma                                         (Avv. Massimiliano Gabrielli)
  • Milano                                       (Avv. Cesare Bulgheroni)
  • Biella                                         (Avv. Alessandra Guarini)
  • Bari                                           (Avv. Domenico Chirulli)
  • Athens                                      (Avv.Kriton Metaxopoulus)
  • Pireo                                         (Law firm)
  • Tirana                                       (Law firm)

One thought on “Hotline per risarcimento danni ai passeggeri del Norman Atlantic: cosa fare!

  1. hello, my name is mari qantaria. i have one question. i sent laptop from georgia-tbilisi to italy-rome with your ship, but unfortunately this ship accident happend and all my baggage were lost. i sent my baggage with the help of the georgian company- “georgia express”. i asked them and they told me that i can’t return my money, because your company dont give them back compensation for damage. is it right? i think that they lied to me, i cant belive that all this ship was not be insurance. can you send be back answer, in my e-mail. thank you

Rispondi