Investigated the managers of Costa: Agenzia Legale start the filing of lawsuits and applications for online mediation

LATEST NEWS FROM COSTA CONCORDIA CASE

As we predicted from the outset, and increasingly as we mentioned, the prosecutors have entered on the investigation docket other seven names: four are bridge officers, three are managers of Costa Cruises: Executive Vice President Manfred Ursprunger, the head of “crisis unit” Roberto Ferrarini and Paolo Parodi fleet superintendent. This extension of the investigation even against the company’s management team, which was not onboard the ship on Jan. 13, 2011, is strategically crucial for the passenger Costa Concordia, as it automatically determines a direct criminal liability (and therefore also for the civil damages) for everything that happened AFTER the impact on the rocks while the captain was at the controls Schettino.

Another confirmation of our accurate expectations about the full reopening in terms for an agreement, comes from the communicate with which Costa Cruisesrecently announced to passengers that they have extended the deadline for claims, granting an extension for submission of claims by March 31, 2012: obviously this is due to the fact that only a very small part of the passengers who survived the tragedy accepted the proposal for a compensation of 14.000 euros (unofficial sources talk about 10% of total),  so the second effort request will probably be less than the first swell, while all the others are awaiting for developments, have requested a claim by lawyers, or even have filed a criminal lawsuit or a civil action.

WE FINALLY GOT TO THIS POINT THAT IS WHAT WE NEED AND WHAT WE WERE WAITING FOR: the prosecutors extension of a direct responsibility for the Managemant of the shipping company, and the demonstration that Costa Cruises is unable to close the compensation agreement with a proposal to 14,000 euros.


FOR THIS REASONS WE HAVE DECIDED TO PROCEED WITH THE FOLLOWING ACTIONS FOR OUR CLIENTS

– Filing of criminal lawsuit against Schettino and all the Managemant of Costa Cruises
– Launch of the online mediation for confidential discussion with Costa Cruises for a proposal on a case by case side
– WAIT FOR THE DEVELOPMENT OF ONGOING ACTIVITIES TO DETERMINE WHETHER TO PROCEED IN THE CRIMINAL TRIAL OR A CIVIL ONE

THEREFORE WE ARE AT THE TURNING POINT AND WE WILL START THE ACTUAL ACTION OF CLAIM FOR DAMAGE COMPENSATIONS

Our lawyers will proceed during the next week to personally contact each customer to develop the criminal lawsuitand the amount of the claim for compensation for the mediation.

We will send you shortly all the documentation and a schedule for possible contact telephone or video conference chat.

Please send as soon as possible the documentation of boarding that has not yet been sent to our office.

Come avevamo previsto fin dall’inizio, e come sempre più abbiamo detto, i pubblici ministeri hanno iscritto sul registro degli indagati altri sette nomi: quattro sono ufficiali di plancia, tre sono responsabili di Costa Crociere: Executive Vice President Manfred Ursprunger, il capo della “unità di crisi” Roberto Ferrarini e Paolo Parodi sovrintendente la flotta. Questa estensione delle indagini anche contro il team di gestione della società, che non era a bordo della nave il 13 gennaio 2011, è strategicamente fondamentale per i passeggeri di Costa Concordia, in quanto determina automaticamente una responsabilità diretta penale (e quindi anche per i danni civili) per tutto ciò che è accaduto DOPO l’impatto sulle rocce, mentre il comandante Schettino era ai comandi.
Un’altra conferma delle nostre precise aspettative circa la riapertura completa in termini di un accordo, viene dalla comunicazione con cui Costa Cruises ha da ultimo annunciato ai passeggeri di aver prorogato il termine per accettare la proposta, con la concessione di una proroga per la presentazione delle domande entro il 31 marzo 2012: ovviamente ciò è dovuto al fatto che solo una piccolissima parte dei passeggeri che sono sopravvissuti alla tragedia ha accettato la proposta di un risarcimento di 14.000 euro (fonti non ufficiali parlano di circa il 10% del totale), così la seconda parte di richieste sarà probabilmente inferiore al prima serie, mentre tutti gli altri sono in attesa di sviluppi, hanno richiesto un risarcimento tramite avvocati, o addirittura hanno presentato una querela penale o una causa civile.

Siamo finalmente arrivati ​​a questo punto che è ciò che stavamo aspettando e quanto ci è necessario: l’estensione da parte della Procura di una responsabilità diretta per il Managemant della compagnia di navigazione, e la dimostrazione che Costa Crociere non è in grado di chiudere l’accordo di compensazione con la proposta di 14.000 euro.

Per questo motivo ABBIAMO deciso di procedere con le seguenti azioni PER I NOSTRI CLIENTI

– Presentazione di querela penale contro Schettino e tutto il Managemant di Costa Crociere
– Lancio della azione di mediazione per la discussione confidenziale con Costa Crociere per una proposta, caso per caso.
– Attendere lo sviluppo delle attività in corso per determinare se PROCEDERE NEL PROCESSO PENALE O CIVILMENTE


Quindi siamo al punto di svolta e inizieremo l’azione vera e propria per il risarcimento

I nostri avvocati procederanno nel corso della prossima settimana a contattare personalmente ciascun cliente per sviluppare il profilo penale ed individuare l’importo della richiesta di risarcimento per la mediazione.

Vi invieremo a breve tutta la documentazione e una pianificazione per il possibile contatto telefonico o una conferenza chat video.

Si prega di inviare al più presto la documentazione di imbarco se non ancora inviata al nostro ufficio.

3 thoughts on “Investigated the managers of Costa: Agenzia Legale start the filing of lawsuits and applications for online mediation

  1. Would you pelase give us more information about the deadline for the crime case filing? We already sent to you office by mail all the id and required docs.. Thank you
    D.B.

Rispondi