Risarcimento danni passeggeri Massaccio libertylines. Aliscafo affonda


Incidente il 16/06/2016 all’aliscafo Masaccio della Libertylines, in arrivo al porto di Stromboli, a causa sembra di una errata manovra per via del forte vento di traverso con scirocco e le avverse condizioni meteo ha urtato la banchina del porto in fase di attracco. Grande spavento ed apprensione per i passeggeri a bordo ed agli uomini dell’equipaggio, scese dall’aliscafo non senza scene di paura. Nell’urto l’aliscafo Massaccio ha riportato seri danni ed insabbiamento che ha evitato l’affondamento. La compagnia libertylines e la proprietaria della nave risponde dei danni nei confronti dei passeggeri per la traumatica esperienza vissuta. 

Per il risarcimento in tema di sinistri navali occorre affidarsi un team legale esperto nella complessa materia del diritto marittimo e delle convenzioni internazionali e regolamenti europei che regolano la materia

CHI SIAMO: siamo un gruppo di avvocati, esperti in Mass tort & ship disaster, impegnati come parti civili o protagonisti di primo piano nei maggiori processi penali italiani; come pool “Giustizia per la Concordia” siamo stati leader tra le parti civili nel processo per il naufragio della Costa Concordia, in difesa di un gruppo di circa cento passeggeri nelle udienze del processo penale contro Francesco Schettino attualmente definito in Appello, e nel processo “Concordia bis” per i reati di violazione norme di sicurezza sul lavoro; come “Giustizia per Norman Atlantic” assistiamo una cinquantina di passeggeri ed i familiari di tre vittime nel caso del gravissimo incendio del traghetto Norman Atlantic in navigazione tra la Grecia e l’Italia, l’incidente alla torre piloti con la nave Jolly Nero a Genova, ed in genere in tutti i casi che coinvolgano interessi diffusi per vittime di danni alla persona (giustizia per vittime amianto) nel processo per le morti negli stabilimenti Olivetti, contro i big della finanza nazionale, e nel processo ATM e per la Scala di Milano, o per danno finanziario di massa (giustizia per vittime crack fondiaria-sai), ed in molte altre iniziative processuali a tutela delle vittime di mass disaster e danni seriali: rappresentiamo decine di consumatori per il caso del Diesel-gate nello scandalo Volkswagen “Giustizia per Dieselgate”


COSA FACCIAMO: operiamo in patto di quota lite, cioè a percentuale su tutto quanto riusciamo a far ottenere ai nostri clienti, sulla base della richiesta di liquidazione dei danni alla persona, compreso il post traumatic stress disorder, e danni ulteriori ai bagagli etc., senza anticipi spese. Tutta la procedura avviene online senza necessità di spostamenti dei clienti dal loro domicilio. 

Contattaci

Rispondi