RASSEGNA STAMPA

PRESS RELEASE

Avv. Massimiliano Gabrielli

Nato a Roma il 04.05.1967, laureatosi nel 1995 in Giurisprudenza all’Università “La Sapienza di Roma”, entra a far parte dello studio legale di famiglia, fondato da oltre di 40 anni e giunto alla terza generazione; Vive a Fregene, nel comune di Fiumicino ed è Avvocato del foro di Roma; si distingue per l’attività processuale in ambito sia civile che penale, l’innovativa pubblicazione di contenuti giuridici attraverso specifici blog processuali, per lo studio e pubblicazione dottrinale a favore dell’introduzione e diffusione del danni punitivi nel nostro ordinamento e per l’intenso ed illuminato uso del web, venendo nominato ben presto coordinatore nazionale della associazione Padri Separati e mediatore del primo organismo di conciliazione su piattaforma informatica; negli anni partecipa ai maggiori processi penali sui disastri nel mondo dei grandi trasporti, a tutela delle vittime, e diviene figura di primo piano nella introduzione e diffusione dei danni punitivi nel nostro ordinamento; dopo aver preso in mano la conduzione della sede storica dello studio legale in Roma, Viale Vaticano 45, decide di investire sul territorio del litorale e fondare una ulteriore  e nuova sede a Fiumicino, formando consulenti e praticanti e beneficiando di un dinamico cambio generazionale.

Consolida la propria esperienza in diritto marittimo quando entra a far parte del pool nazionale di avvocati di parte civile, esperti in Mass tort & ship disaster, divenendone subito portavoce e webmaster dei siti blog dedicati ad alcuni tra i più importanti processi penali italiani, impegnandosi in genere in tutti i casi che coinvolgano gravi incidenti nei grandi trasporti, come nel processo sulla strage di viareggio e lo scontro dei treni Andria-Corato, e come fiduciario della associazione nazionale ANMIL a tutela degli interessi diffusi per vittime di danni alla persona come nel caso processuale per le morti da amianto negli stabilimenti Olivetti;

E’ stato protagonista di primo piano nel: