Anmil è parte civile nel processo Andria-Corato

TRIBUNALE PENALE DI TRANI
AUDIO DELLA UDIENZA

▶️ PROCESSO SCONTRO TRENI ANDRIA-CORATO ◀️ In molti E DA PIÙ PARTI non ci avrebbero voluto in questo importante processo sul disastro Ferroviario avvenuto in Puglia il 12 luglio 2016, nel quale persero la vita 23 persone di cui 4 lavoratori e 51 rimasero ferite.
Gli imputati sono accusati, a vario titolo, di disastro ferroviario, omicidio colposo, lesioni gravi colpose, omissione dolosa di cautele, violazione delle norme sulla sicurezza sul lavoro e falso. Le eccezioni di alcuni avvocati e le monopolistiche resistenze di altre parti, non coglievano nel segno sull’importanza del ruolo sostanziale delle associazioni come Anmil nei processi penali sui disastri.

Mentre decine di altre associazioni non hanno superato il difficile filtro del GUP, a seguito delle mie repliche siamo stati definitivamente AMMESSI COME PARTE CIVILE nel processo, certificando ancora una volta la bontà delle nostre azioni nel promuovere la sicurezza sui luoghi di lavoro e contribuire alla ricerca di giustizia per le vittime, anche quelle che non si possono permettere di fare un processo come questo, con buona pace di chi non ci voleva in aula come parti civili.
Avv.Massimiliano Gabrielli
Legale di parte civile ANMIL

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.